Pappa, come dare la pappa al cane

Pappa, come dare la pappa al cane

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io 0 Flares ×

Ecco le regole basilari che noi seguiamo con Olly:

- noi diamo sempre la stessa pappa a Olly, il cane infatti non ha bisogno di cambiare menù come gli umani, ma il suo apparato digerente è talmente delicato che potrebbe avere degli squilibri se la pappa viene cambiata continuamente;

- Olly mangia sempre e tutti i giorni a pranzo e cena, perchè coi cani è meglio cercare di rispettare gli orari (se è abituato a colazione/cena seguire sempre questa linea, o se è abituato a pranzo/cena ripetere tutti i giorni l’orario);

- Olly che fa parte del branco ma non è il capo, mangia sempre dopo di noi, quindi prima mangiamo noi a tavola e poi dopo aver sparecchiato gli viene messa la pappa;

- se il cane si agita, salta addosso, abbaia quando si prende la ciotola in mano per mettergliela a terra, allora è necessario correggerlo: metterlo seduto o a terra e tenere duro finchè non si sarà calmato, l’ideale sarebbe metterlo seduto, appoggiare la pappa a terra e dargli il comando “vai”, Olly ha avuto questo istinto da piccolino ma lo abbiamo subito corretto;

- quando Olly non mangiava, dietro consiglio dell’addestratore, mettevamo la pappa a terra e la lasciavamo per 15 min, se non mangiava la toglievamo e riprovavamo un’oretta più tardi;

- evitare di lasciare la ciotola stracolma di pappa a disposizione del cane durante tutta la giornata, ma ricordarsi di dividere il pasto in base alle esigenze  del cane (chiedete al veterinario)  in 2/3pasti al giorno, mettendo la giusta quantità di crocchette ad ogni pasto, e togliendo la ciotola se avanza del cibo o se non mangia subito, Olly ha a disposizione la sua pappa a pranzo e cena;

- Olly non fa mai spuntini extra pasto, se non ossetti che non vanno a variare la sua dieta (lui va matto per il nervo di bue);

- evitare sempre di passare cibo da tavola, chiedere questa cortesia anche ai nostri ospiti, parenti e bambini, e su questo Olly non ha mai fatto capricci ;-).

 

Chiedere sempre al proprio veterinario consigli sulle pratiche più corrette per insegnare una buona educazione “a tavola” al cane.